Note legate: cosa sono?


Hai appena iniziato ad approcciarti alla teoria musicale? o più semplicemente vuoi capire cos’è quella linea curva che unisce due note. Nessun problema, se vuoi posso darti una mano io. Facciamo un passo indietro e capiamo cos’è una legatura.

Cos’è un legame di valore in musica?

Nella musica, un legame di valore è una linea curva tra due note adiacenti aventi la stessa altezza nel pentagramma(Per esempio: 2 Sol, 2 Re,…),che unisce i loro valori di tempo insieme in modo che vengano suonate come se fossero una nota.

Ad esempio, se dovessi legare due minimi (ciascuno del valore di due quarti) li suoneresti come se fossero una semibreve (del valore di quattro quarti).

due minimi legati sono uguali a una semibreve

Oppure due semiminime (ciascuna del valore di un quarto) legate insieme hanno lo stesso valore di una minima (del valore di due quarti)

due semiminime legate insieme sono uguali a un minimo

Oppure due crome (ciascuna del valore di mezzo quarto) legate insieme hanno lo stesso valore di una semiminima (del valore di un quarto).

due crome legate insieme sono uguali a una semiminima

E così via…

Non devono avere lo stesso valore di tempo .Potresti trovare una legatura tra una minima(due quarti) e un semiminima(un quarto) per ottenere una nota di tre quarti. Devi solamente sommare tutti i valori di tempo e immaginare che siano una nota unica.

Perché abbiamo bisogno di note legate?

Ci sono due ragioni per cui le note legate sono necessarie nella teoria musicale.

È necessario utilizzare una nota legata quando:

  • non ci sarebbe altro modo per annotare un certo ritmo
  • hai bisogno di una nota che altrimenti sforerebbe in un altra battuta

Per creare certi ritmi

Abbiamo molti modi diversi di scrivere certi ritmi come: note punteggiate, terzine, doppiette e persino note doppie punteggiate. Ma, a volte, l’unico modo per creare un ritmo specifico è usare una nota legata.Ad esempio, supponiamo che tu voglia che una nota duri due quarti e 1/16, la lunghezza di una minima più un semicroma. Non esiste una nota che possa durare due quarti e 1/16, quindi dovresti legare una minima a un semicroma. Aggiungiamo quindi il valore di queste due note per ottenere il ritmo che desideri.

Note che durano oltre una battuta

Un altro motivo per cui abbiamo bisogno di note legate è per i momenti in cui vogliamo che una nota duri per più di una battuta.

Se hai imparato a conoscere le indicazioni di tempo, saprai che tutti i ritmi in una battuta devono sommarsi al numero che l’indicazione di tempo specifica.

Esempio

Mettiamo il caso che hai due battute di semiminima in 4/4 ma volevi che l’ultima note della battuta invece di durare un quarto, durasse 2 quarti.

Non possiamo renderla una minima perché in tal caso la battuta durerebbe 5/4 e non è possibile.

In situazioni come questa usiamo un legato per unire l’ultima semiminima della battuta uno alla prima semiminima della battuta due.

Esempio 2

Oppure un altro esempio di utilizzo dei legami tra le stanghette sarebbe quando si desidera che una nota duri su più battute come mostrato nell’esempio seguente.

Differenza tra legature di valore e portamento

L’ultima cosa importante da menzionare è la differenza tra legatura di valore e di portamento(o espressione), se le note che sono legate insieme non sono della stessa altezza(Esempio: una legatura tra sol e la), questo non è una legatura di valore ma di portamento

Una legatura di portamento unisce più note diverse indicando che l’accentuazione del suono va posta sulla prima nota e prolungata su tutte le altre senza interruzione fra esse

Se non ti è chiaro qualcosa faccelo sapere nei commenti o guarda questo video.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *